Bonus Docenti

15/02/17 23.01

BORSARI STRUMENTI MUSICALI ADERISCE ALL'INIZIATIVA BONUS DOCENTI DI EURO 500,00

 

PER SPENDERE IL PROPRIO BONUS IL DOCENTE DOVRA' UTILIZZARE LA PROPRIA CARTA.

Che cos'è la Carta del docente?

È una iniziativa del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca prevista dalla legge 107 del 13 luglio 2016 (Buona Scuola), art. 1 comma 121, che istituisce la Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione dei docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche.

Chi sono i beneficiari?

La Carta è assegnata ai docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all'art. 514 del Dlgs.16/04/94, n.297, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all'estero, delle scuole militari.

Qual è l'importo della carta?

L'importo nominale della carta è di euro 500 annui per ciascun anno scolastico.

Cosa si può acquistare con la carta presso Borsari Strumenti Musicali?

La carta può essere utilizzata per l'acquisto di:

  • Libri e testi musicali, spartiti utili al proprio aggiornamento professionale;
  • Hardware inteso sia come computer ma anche come uno strumento musicale e software musicale come "Finale" per scrivere musica.
  • Un insegnante di musica può utilizzare il bonus per l'acquisto di uno strumento musicale, purché lo strumento musicale sia strettamente correlato alle iniziative individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa e del piano nazionale di formazione. In questo caso infatti l'acquisto dello strumento è finalizzato a migliorare le competenze specifiche del docente in relazione all'indirizzo della scuola e rientra pertanto nelle finalità formative previste dalla norma.

Che cos'è cartadeldocente.istruzione.it?

È l'applicazione web che permette ai docenti di spendere l'importo assegnato utilizzando annualmente Buoni di spesa elettronici per i beni o i servizi previsti.

Inizia a usare cartadeldocente.istruzione.it e Crea il tuo primo buono per acquistare da Borsari Strumenti Musicali:

  1. Vai alla pagina "crea buono" accessibile dal Menu
  2. Scegli di acquistare presso "Negozio fisico" (anche per le vendite online), scegli la categoria tra "Libri e testi" o "Hardware e Software" (per uno strumento musicale scegli "Hardware") e cerca Borsari Strumenti Musicali nella provincia di Bologna
  3. Inserisci l'importo del buono corrispondente al prezzo del bene o servizio che vuoi acquistare
  4. Il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che potrai salvare sul tuo dispositivo (per inviarcelo via email unitamente al documento di identità e codice fiscale) o stamparlo per presentarlo direttamente nel nostro punto vendita e ottenere così il buono/servizio desiderato
  5. Recati nel nostro punto vendita con il buono generato o inviaci un email con il pdf del buono generato unitamente alla scansione del documento di identità valido (fronte e retro) e il tesserino del codice fiscale o tesserino sanitario e tutte le informazioni relative al suo acquisto

Carta del Docente ti permette di:

  • creare uno o più buoni dell'importo che vuoi fino a un massimo complessivo del tuo portafoglio
  • vedere i buoni creati e pronti da spendere
  • vedere i buoni già spesi
  • verificare quanto ancora puoi spendere

BORSARI STRUMENTI MUSICALI COME TUTTI I NEGOZI CHE ADERISCONO ALL'INIZIATIVA "CARTA DEL DOCENTE"  NON HANNO NE L'OBBLIGO NE I MEZZI PER POTER CONTROLLARE SE L'ACQUISTO EFFETTUATO SIA O MENO CONGRUO CON IL REGOLAMENTO DELLA CARTA DEL DOCENTE.

OGNI INSEGNANTE PER QUESTE INFORMAZIONI DEVE RIVOLGERSI PRESSO IL MIUR O LA SEGRETERIA DELLA PROPRIA SCUOLA

MOLTO IMPORTANTE: UTILIZZANDO IL BONUS NON SI HA IL DIRITTO IN NESSUN CASO ALLA SPEDIZIONE GRATUITA. QUESTO PERCHE'LA GESTIONE DELLA PRATICA COMPORTA DEI COSTI DI GESTIONE.

Pubblicato in News da

Simone Ginanneschi